Covid pass, risorsa o discriminazione? | Zairabartucca.it
DIRITTI

Covid pass, risorsa o discriminazione?

C’è chi tratta il covid pass (che potrebbe presto imporsi per gli spostamenti e per altro) come la panacea per risolvere i danni che la gestione dell’emergenza ha creato al settore del Turismo, ma è davvero così? Che fine fanno la lbertà personali, di scelta e di movimento se per viaggiare ho bisogno di un lasciapassare, come lo chiama il ministro Garavaglia? Perché non si può tornare alla vita di prima? Il paradosso è che proprio l’Unione europea – in teoria fondata sull’idea di libertà e sulla mancanza di confini – potrebbe essere il continente capofila per una scelta che molti reputano anti-costituzionale.

Scrive Zaira Bartucca: “Completamente accantonato (qualcuno direbbe oltraggiato) l’articolo 16 della Costituzione e abilmente raggirato l’articolo 32 della Costituzione sulla libertà di scelta relativa ai trattamenti sanitari, la gara ora non è più tra chi urla più forte per l’obbligatorietà vaccinale, ma tra chi dice meglio che bisogna tornare indietro di un cinquantennio” (leggi l’opinione completa qui).